Jorge Oteiza

Jorge Oteiza

Jorge Oteiza (Orio, 1908- San Sebastián, 2003), è uno dei principali artisti baschi dell'arte spagnola del XX secolo, nonché uno dei più influenti.
La carriera e l'Oteiza personale era sempre avvolto in un alone mitico causa del loro carattere visionario e turbolenta, e soprattutto dal fatto che in 1959, Oteiza inaspettatamente annunciato il suo abbandono della scultura; una notizia ancora più sorprendente se si considera che in quel momento era al culmine della sua carriera, con la recente assegnazione del Primo Premio per la Scultura alla Biennale di San Paolo in 1957, con mostre in gallerie in America e contratti di rappresentanza in Germania e in altri luoghi.
Autodidatta, Oteiza iniziò facendo sculture all'interno dell'orbita di espressionismo o primitivismo iniziato da Gaugin, Picasso o Derain, sviluppato attraverso Brancusi, Epstein e altri. Dopo un lungo soggiorno in Sud America, lo scultore si sviluppa fondamenti teorici e pratici della sua estetica, e lo scultore "naturale" in lui, si sta attivando per diventare l'artista che in qualche modo ha il controllo dei suoi meccanismi e strumenti.
L'anno 1996 Oteiza e il governo della Navarra ratificano l'accordo sul destino del loro lavoro all'interno della Fondazione del Museo di Oteiza. Il 9 di aprile di 2003, Oteiza è morto a San Sebastián. Da allora, ci sono state diverse mostre del suo lavoro, che si conclude organizzata dal Museo Guggenheim di Bilbao, presso la propria sede e nella costruzione di Frank Lloyd Wright 5ª Avenue a New York e il Museo Reina Sofia di Madrid.

Prodotti in vetrina di Jorge Oteiza